Ma la corrente elettrica costa e caricare l’auto farà saltare il contatore!

Dipende. Il costo varia moltissimo a seconda di dove si abita e di che contratto si ha, ma in genere si spende molto meno del carburante equivalente. E in molti posti si può caricare gratis. Avete mai visto una stazione di servizio regalare benzina?

Inoltre il contatore non salta se si sceglie un contratto con potenza sufficiente, che costa (anche in Italia) molto meno di quello che molti pensano.

Preciso comunque che non ho deciso di passare all’auto elettrica puramente per risparmiare soldi: lo voglio fare per inquinare di meno e perché mi piace la guida elettrica. Se anche dovessi spendere in elettricità quello che oggi spendo in benzina (ma dai dati risulta che non è così), sarei contento lo stesso.

Abito in Svizzera, dove ho un contratto con AIL.ch (tìacqua); nel 2020 ho pagato da 16.35 a 20.50 centesimi di franco per un kWh (IVA 7,7% compresa) in tariffa notturna e rispettivamente diurna, tutto compreso. Ho controllato in bolletta, è quello che ho pagato incluse tutte le tasse, come vedete qui sotto nel riepilogo di una mia bolletta domestica tipica del 2019: 7907 kWh mi sono costati 1527,97 CHF, quindi in media 0,193 CHF/kWh, IVA inclusa.

 

La mia bolletta successiva, da giugno 2020 a giugno 2021, copre quasi esattamente il mio primo anno di guida esclusivamente elettrica. Ho consumato in tutto (per l’intera abitazione, non solo per la carica dell’auto) 10.299 kWh, per una spesa complessiva di 2027,98 CHF, IVA e tasse comprese, per cui un kWh mi è costato mediamente 0,197 CHF. Considerato che un kWh mi consente di fare circa 5 km (quando va male), 100 km in auto elettrica mi costano 3,9 CHF. Con la precedente auto a benzina (Opel Mokka) spendevo 11 CHF per 100 km.

Per il contatore non ho problemi: il mio contratto regge oltre 11 kW (ho provato). Chi invece abita in Italia può portare il contratto dai normali 3 kW a 6 kW spendendo circa 6 euro al mese e caricare senza alcun problema durante la notte. Se volete saperne di più, potete leggere l’articolo Cambiare la potenza del contatore: quanto costa e come scegliere lo scaglione giusto su Qualenergia.it. La situazione descritta è stata prorogata fino alla fine del 2023.