Cosa bisogna fare per installare un punto di ricarica personale in garage?

Dipende. Non so quali siano i requisiti in Italia: abito in Svizzera, per cui sto studiando quelli svizzeri. Qui condomini e inquilini devono ottenere il consenso dell’assemblea dei comproprietari o del locatore. Io l’ho ottenuto e ho aspettato che venissero rilasciate le specifiche tecniche della Tesla Model 3 (una delle auto elettriche che mi interessano) per installare il punto di ricarica ottimale nel mio posto auto.

Una premessa importante: non è necessario installare una colonnina ad alta potenza e un contatore speciale. In molti casi è sufficiente portare il proprio contratto a 4,5 kW (anche se conosco in Italia coraggiosi che caricano le proprie auto elettriche su un contatore da 3 kW standard, facendo attenzione a non usare contemporaneamente grandi elettrodomestici) e lasciare che l’auto si carichi lentamente durante la notte. L’assorbimento in molti casi può essere regolato e la notte è lunga, per cui un’auto messa in garage la sera alle 20 e tirata fuori l’indomani alle 7 si fa ben undici ore di carica lenta. A 1 kW, sono 11 kWh caricati; a 2 kW, sono 22 kWh. La carica è insomma sufficiente per fare il chilometraggio medio di moltissimi automobilisti, specialmente pendolari.

Nel mio caso (in Svizzera) ho installato una presa da 240 V AC 16A e una presa industriale per esterni da 400V 16A (3P+N+T), con relativo salvavita nel locale dei contatori. Costo complessivo dell’impianto: circa 760 CHF (660 €).

Non ho dovuto cambiare il contatore perché quello standard svizzero eroga sia i 240 V, sia i 400 V trifase, e il mio contratto eroga fino a 25 A, per cui a casa mia una Tesla carica a 11 kW, come mostrato nella foto qui sotto. No, la Tesla mostrata non è la mia, purtroppo.

Una Tesla Model S, sotto carica sulla mia presa domestica, assorbe 11 kW. La presa è da 400 V, ma il display indica 230 V perché visualizza la tensione fra fase e neutro, mentre i 400 V sono fra fase e fase.

Una stazione di ricarica Private One di Cablex, pensata per uso domestico, va a 230V/20A o 400V/20-40A (da 3.7 a 22 kW) e ha un costo di 1400 franchi più 1200 franchi di forfait di montaggio. Se viene acquistata con un’auto elettrica, per esempio una i-MiEV, vengono scontati 700 franchi (dati tratti dal catalogo Mitsubishi 2015).

In alternativa, il Touring Club Svizzero raccomanda l’installazione di una presa industriale IEC 60309-2 (CEE 16) da 230V/16A o 400 V/16A allacciata al contatore domestico.

Per maggiori informazioni in Svizzera ci sono: