Ma non ti scoccia rinunciare al piacere di guida di un’auto a benzina/diesel? Al soave concerto del motore a pistoni?

No, neanche un po’. Di’ la verità: quand’è stata l’ultima volta che hai provato piacere nel guidare? Non dirmi che non passi la maggior parte del tempo a districarti nel traffico e nelle code e che trascorri il tuo tempo al volante su strade magicamente sgombre, con l’onda verde che ti sorride perennemente come nelle pubblicità. Io vado in auto per andare efficientemente da un posto all’altro e ci voglio arrivare riposato e non stressato.

Un’auto silenziosa, che tiene la corsia e la velocità da sola, che gestisce da sola le partenze e le fermate quando è in coda, che frena da sola in caso di necessità e non inquina, mi offre un piacere di guida superiore a qualunque fuoriserie rombante col cambio manuale.

Comunque capisco benissimo che altri possano avere gusti differenti. Ma devo dire che da quando ho provato le auto elettriche moderne, il rumore del motore a pistoni non mi sembra più così musicale: è un po’ come quello della locomotiva, romantico a piccole dosi ma in realtà soffocante e puzzolente.